Cornucopia dei saperi PDF Stampa E-mail

Cornucopia dei saperiTutti noi conosciamo la famosa cornucopia, il cui nome deriva dal latino "cornu" (corno) e "copia" (abbondanza), simbolo mitologico di cibo ed abbondanza ma ben pochi conoscono il mito che l'ha generata.

Si narra che presso la casa della bella Deianira si erano riuniti numerosi pretendenti che la reclamavano in sposa.
Tra i vari pretendenti, tutti mortali, era presente anche anche Acheloo figlio di Oceano e Teti, divinità fluviale dell'Etolia che aveva la facoltà di assumere l'aspetto che più gli piaceva.
Mentre tutti i pretendenti erano riuniti in una sala, fece il suo ingresso Eracle ed alla sua presenza tutti i pretendenti di Deianira si ritirarono tranne Acheloo che rimase a contendere con Eracle la mano della ragazza.

Eracle, per convincere la fanciulla ad accettarlo come sposo iniziò a declamare nel sue origini divine dicendo che sarebbe diventato nuora di Zeus.
Mentre Acheloo ribatteva che era il dio di un grande fiume e che non era odiato da nessuno al contrario di Eracle che era perseguitato da Era, la sposa di Zeus.
Eracle (Ercole)Allora Eracle disse che meglio delle parole, si sarebbe battuto con le mani e sfidò Acheloo a duello.
A lungo i due contendenti combatterono ma alla fine Eracle riuscì a svincolarsi dalla stretta del suo nemico e a montargli sulle spalle immobilizzandolo.

Acheloo, sul punto di soccombere alla preponderante forza di Eracle, si trasformò in un serpente grazie ai suoi poteri magici.
A quella vista Eracle iniziò a ridere, ricordando ad Acheloo che già una volta, quando era ancora in fasce, aveva ucciso i due serpenti che Era gli aveva inviato per ucciderlo.

Così Eracle iniziò e stringere forte la testa del serpente tanto che Acheloo sarebbe morto soffocato se non si fosse trasformato in un gigantesco toro.
Eracle, per nulla intimorito a quella vista, lo afferrò per le corna e lo scaraventò lontano ma nella caduta uno dei due corni che Ercole aveva afferrato, si staccò, mutilando Acheloo per sempre.

Per sfuggire ad Eracle, Acheloo si getto nel fiume Toante che da allora prese il suo nome e da allora Acheloo venne rappresentato con il corpo di un toro e la testa di un uomo barbuto ma sempre con un solo corno.

Cosa c'entra la cornucopia?l'Abbondanza

Secondo l'interpretazione mitologica l'episodio sarebbe l'allegoria dell'Acheloo fiume dell'Etolia dal percorso sinuoso (per ricordare il serpente) che spesso straripava con forza devastante (per ricordare il toro) fino a quanto Eracle ne arginò il corso costringendolo in un solo letto (il corno strappato) procurando così abbondanza e fertilità in tutta la regione che attraversava.

Secondo altre "correnti di pensiero" la cornucopia avrebbe avuto origine in altro modo: narrano le leggende che la capra Amaltea venisse pregata da Rea di prendersi cura del figlioletto Zeus e di allattarlo in segreto, perché il padre, Crono, non lo trovasse e lo uccidesse.
Dal corno dell'animale e dall'abbondanza del nutrimento che Amaltea fornisce a Zeus traggono origine il mito e l'immagine della cornucopia.

La rappresentazione matematica della cornucopia dei saperi si lega perfettamente agli intendimenti formativo-culturali della scuola in genere e dell'A. in particolare. La cornucopia come dote che l'A. concede a tutti i suoi studenti perchè si affaccino alla vita con un corredo culturale adeguato.

 
Portale della Comunità Europea
Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica